IMPORTANTE LEGGERE PIÙ’ LIBRI MA QUANDO NON SONO INTERESSANTI?

Non sarò io la persona che raccomanda la lettura di molti libri essendo la questione dibattuta e riportata ovunque. Una volta spiegata la grande utilità della lettura io pongo il problema che nasce quando un testo, sia esso di carattere istruttivo, di piacevole racconto, o di uno qualsiasi dei molti generi che i libri trattano con grande proprietà e ricchezza di contenuti, denota fin dalle prime righe uno scarso interesse per il lettore. Quello che accade normalmente in questi casi è l’abbandono del libro che viene subito relegato in uno scaffale dove sopravviverà inutilmente per anni ed anni oppure in seconda ventura il pronto recapito del libro tra le carte destinate al macero ed alla riutilizzazione della carta  stessa.

Io avrei una diversa proposta da fare. Quando il libro che si sta leggendo non piace non si può buttarlo via dopo averne letto poche pagine. Io invece lo passo tutto pagina dopo pagina e vi scorro con gli occhi leggendo ogni tanto qualche parola o addirittura qualche riga per la lunghezza che mi permetta di capire l’argomento trattato. In questo modo alla fine io ho un’idea del contenuto anzi mi è successo di trovare dei capitoli interessanti ed in tal caso io quei capitoli li ho letti per intero. D’altro canto, al momento di acquistare quel libro, io avevo una motivazione valida e quindi prima di eliminarlo devo essere sicuro che, contrariamente al mio pensiero, ne era privo.